Semalt: escluso lo spam di referral di Ghost da Google Analytics

Google Analytics è uno strumento gratuito e affidabile che i proprietari di siti Web possono utilizzare per recuperare i dati sul traffico e generare report con molta efficienza. Nel corso degli anni, dal 2005, quando Google ha acquisito Urchin, è diventato un potente strumento di analisi web . I webmaster lo usano per monitorare le loro campagne online e determinare i loro tassi di conversione, implementare misure di ottimizzazione dei siti Web e tenere traccia delle loro attività di e-commerce. Tuttavia, la presenza di spam referral può minare rapidamente l'accuratezza di questi dati in blocco.

Artem Abgarian, Senior Customer Success Manager di Semalt , definisce qui alcuni modi e metodi per rimuovere lo spam di riferimento da Google Analytics.

Questi non sono i robot che stai cercando

Lo spam di riferimento è una tecnica utilizzata dalle persone che cercano di ottenere backlink gratuiti per i loro siti. Il traffico proveniente da queste fonti è anche noto come "riferimenti di fantasmi" poiché non ci sono umani reali dietro le visite. Lo spam di riferimento tende a gonfiare le attuali statistiche organiche sul traffico, con implicazioni negative per i tassi di conversione e di coinvolgimento del sito.

Quello che succede è che i domini di riferimento fantasma compaiono nel rapporto sul traffico di Google Analytics, ma nessuno ha visitato il sito. Gli spambots sono dietro lo scraping di Google Analytics il codice di monitoraggio. Lo usano quindi per inviare il traffico direttamente allo strumento per l'analisi. In breve, i riferimenti ai fantasmi bypassano. È facile individuare e rimuovere i domini di spam di riferimento poiché hanno traffico eccessivo e innaturale e sessioni di visita.

Lo spam di riferimento ha un solo obiettivo a beneficio dello spammer. L'idea è di ingannare il proprietario del sito sperando che la loro curiosità di sapere da dove provenga la maggior parte del traffico consentirà loro di fare clic sul loro URL. Una volta che si fa clic sull'URL fornito nel rapporto GA, reindirizza nuovamente al loro sito e registra come traffico organico dalla propria parte.

Attualmente, si afferma che Google sta lavorando a una soluzione permanente per gestire lo spam di riferimento. Nel frattempo, ci sono misure da mettere in atto in Google Analytics, per ridurre al minimo la loro prevalenza sui rapporti GA. Il più utile di per sé sono i filtri integrati che Google Analytics ha in atto. Non rimuovono necessariamente lo spam di riferimento, ma offrono all'utente la possibilità di ottenere un'immagine più accurata delle prestazioni del proprio sito. Sono solo filtri a livello di vista. Seleziona Filtri dalla sezione Amministratore in GA e "Crea un nuovo filtro". Una volta qui, scegli tra i due piani di opzioni di azione:

# 1 Distruggi qualsiasi cosa con più di 15 simboli

Utilizza un'espressione regolare per rifiutare qualsiasi dominio con almeno 15 caratteri. Potrebbe non rimuovere completamente lo spam di riferimento, ma costituisce un buon punto di partenza. Assegna al nuovo filtro un nome come "ghostbuster" e rendilo un tipo predefinito di filtro. Scegliere di escludere e inserire ". {15,} | \ s [^ \ s] * \ s | \. |, | \! | \" Nel modello di filtro. Salva il filtro.

# 2 Rimuovi domini specifici

Implica la creazione di filtri personalizzati per sbarazzarsi di collegamenti particolari che possono essere molto noiosi se sono diversi. Tuttavia, alla fine, ne varrà la pena. L'unico inconveniente è l'identificazione dei domini spam. Assegna al filtro un nuovo nome come ghostbuster (fonte della campagna). È un tipo predefinito e quindi seleziona "Escludi". Immettere i domini sospetti nel campo filtro separati da un "\" e salvare.

mass gmail